Il Suono contro gli Acufeni e Vertigini

Uno strumento essenziale per l‘equilibrio del nostro corpo è principalmente l‘ orecchio.

Per Acufeni si intende un disturbo costituito da suoni di diversa forma come pulsazioni, ronzii e fischi. Gli acufeni sono percepiti in alcune situazioni da un solo orecchio, mentre in altre situazioni su entrambi. Sono suoni talmente fastidiosi da poter influire sulla vita della persona.

Uno dei piani di trattamento più conosciuti per l’acufene è la terapia del suono. Presentando suoni aggiuntivi su cui le orecchie possono concentrarsi, l’acufene diventa meno evidente. Lo scopo di questo tipo di gestione dell’acufene è aiutarti a considerarlo di meno, in modo da ottenere sollievo.

L’obiettivo finale è insegnare al tuo cervello a riclassificare il rumore dell’acufene come un suono non importante che si confonde con il sottofondo. Un’analogia visiva aiuta a spiegare come funziona la terapia del suono: l’acufene è rappresentato dalla luminosità delle stelle nel cielo notturno. Il contrasto tra una stella luminosa e il suo sfondo in un ambiente buio mette in evidenza la stella e la rende difficile da ignorare. La stessa stella alla luce del giorno si confonde nello sfondo illuminato e, anche se c’è ancora, è più difficile da individuare.

Il massaggio armonico con le campane tibetane dà una speranza a chi soffre di acufene,stimolando il processo di auto-guarigione e di armonizzazione.

Le Campane Tibetane danno un profondo effetto di rilassamento, di calma e serenità al soggetto sofferente. Parliamo di ciotole di colore dorate, composte da sette metalli planetari: oro per il Sole, ferro per Marte, mercurio per il pianeta Mercurio, rame per Venere, stagno per Giove, piombo per Saturno e argento per la Luna.

Se un organismo è sano vibrano ad una giusta frequenza ed è ben accordato con sé stesso e con il mondo esterno. Per chi, invece, ha una carenza energetica o disturbi di varia natura, ha una frequenza musicale distorta. Le Campane Tibetane, vengono appoggiate sui punti chakra e tramite un bastoncino vengono fatte vibrare. Tale vibrazione tende a riequilibrare e in parte a migliorare sensibilmente gli organi interni, utile per il trattamento degli acufeni, in quanto tendono a riequilibrare le reti neurali.

Il trattamento sonoro non è un’alternativa alla medicina tradizionale e, quindi, non comporta assolutamente la sospensione di cure farmacologiche o trattamenti medici, ma anzi collabora in maniera fattiva ed in sintonia con il medico.

Info & prenotazioni :

benesserenelsuono@gmail.com